mercoledì 27 luglio 2016

Trainspotting 2: il primo teaser del sequel del cult di Danny Boyle è finalmente online!


Per chi, come il sottoscritto, è nato a metà degli anni Ottanta e ha iniziato ad appassionarsi al cinema da giovanissimo nel decennio successivo, l'esilarante, inventivo e trascinante Trainspotting è qualcosa di più di un semplice film: è un indiscusso cult generazionale. I personaggi di Mark Renton (Ewan McGregor), Begbie (Robert Carlyle), Spud (Ewen Bremner) e Sick Boy (Jonny Lee Miller) all'epoca entrarono immediatamente nell'immaginario collettivo e ora finalmente, dopo diversi anni di annunci e ritardi, stanno per tornare tutti insieme in una nuova disavventura. Le riprese di T2: Trainspotting sono iniziate lo scorso 10 marzo e il lavoro arriverà nelle sale britanniche il 27 gennaio 2017 e negli Stati Uniti la settimana successiva, il 3 febbraio (la data di uscita italiana invece non è stata ancora resa nota).

lunedì 25 luglio 2016

"Sully" di Clint Eastwood: il trailer italiano del film con Tom Hanks


A due anni dalla perentoria, alquanto inattesa nelle proporzioni, affermazione ai botteghini dell'assai controverso ma solido e potente American Sniper (547 milioni di dollari di incassi in tutto il mondo, di cui 350 nei soli Stati Uniti), Clint Eastwood sta per tornare nei cinema di tutto il mondo con Sully, il suo ultimo lavoro dietro la macchina da presa che vedrà Tom Hanks nei panni del protagonista. Sceneggiato da Todd Komarnicki, autore in precedenza dei copioni di due film non particolarmente riusciti (Resistance, 2003, di cui curò anche la regia; Perfect Stranger, 2007), il lungometraggio racconta la storia di Chesley Sullenberger, il pilota che il 15 gennaio del 2009 effettuò lo storico ammaraggio sul fiume Hudson, salvando le vite di 155 persone tra passeggeri e membri dell'equipaggio.

mercoledì 6 luglio 2016

"Voyage of Time" di Terrence Malick: il primo trailer del documentario sulla storia dell'Universo


Giovedì scorso è stato diffuso online il primo teaser di Voyage of Time, il documentario di Terrence Malick di cui si aspetta l'uscita da anni e che affonda le radici nel progetto risalente addirittura agli anni Settanta del cineasta di realizzare un film sulle origini della vita sulla Terra, poi in parte confluito nel capolavoro del 2011 The Tree of Life. L'opera in formato Imax, che si incentra sulla storia dell'Universo e si avvale della voce narrante di Brad Pitt, è finalmente completa e uscirà negli Stati Uniti il 7 ottobre in alcune sale Imax selezionate. 

venerdì 24 giugno 2016

Carlo Lucarelli ritorna in tv con "Profondo nero" su Crime + Investigation


A un anno esatto dalla messa in onda della prima stagione, seguita da circa 1 milione e 200 mila spettatori (211 mila gli spettatori medi a puntata), dal 14 giugno su Crime + Investigation è tornato Profondo nero di Carlo Lucarelli, la miniserie dedicata all'analisi di alcuni dei più controversi casi di cronaca nera della storia italiana del secondo dopoguerra
Lo scrittore, conduttore e sceneggiatore bolognese, noto in ambito televisivo soprattutto per il programma Rai di successo Blu notte, ha deciso quest'anno di approfondire un ristretto numero di eventi ritenuti fondamentali ai fini della percezione collettiva di una serie di cambiamenti sociali avvenuti nel nostro paese.

giovedì 23 giugno 2016

Da "Il petroliere" a "Junun": due saggi video di Cameron Beyl raccontano la seconda parte della carriera di Paul Thomas Anderson


Ad inizio marzo vi avevo proposto un articolo contenente tre saggi video molto interessanti sulla prima parte della carriera di Paul Thomas Anderson, dai primi cortometraggi a Ubriaco d'amore. Tra aprile e maggio, il regista e sceneggiatore statunitense Cameron Beyl ha completato la propria opera e ha diffuso sul suo sito The Director Series altri due video che analizzano la filmografia del cineasta losangelino. Questa volta si va da Il petroliere al documentario Junun, passando per The Master, Vizio di forma e anche quattro videoclip (Hot Knife di Fiona Apple, Sapokanikan e Divers di Joanna Newsom, Daydreaming dei Radiohead).

venerdì 3 giugno 2016

Paul Thomas Anderson sta scrivendo lo script del suo nuovo film; il lungometraggio sarà ambientato nella New York degli anni cinquanta e Daniel Day-Lewis potrebbe essere il protagonista


Dopo aver girato il meraviglioso video dei Radiohead diffuso online lo scorso mese, Paul Thomas Anderson si sta concentrando sulla scrittura della sceneggiatura del suo prossimo film, ancora senza titolo ma che sarà ambientato nel mondo della moda della New York anni cinquanta. Su questo nuovo progetto del cineasta losangelino si sa ben poco e, a dir la verità, non era ancora trapelato nulla fino a diciotto ore fa, quando Variety ha pubblicato in esclusiva la notizia di un possibile coinvolgimento di Daniel Day-Lewis, presumibilmente nel ruolo del personaggio principale. 

martedì 31 maggio 2016

Camorriste: i racconti delle donne di Gomorra in onda su Crime+Investigation


Dopo il grande successo nelle ultime settimane dell'attesa seconda stagione di Gomorra (il quinto e sesto episodio trasmessi martedì scorso sono stati visti da un milione e centomila spettatori), sui canali della piattaforma Sky è arrivata una nuova serie molto interessante dedicata al mondo della camorra. In questo caso però non si tratta di un racconto di finzione, per quanto ispirato al celebre romanzo del 2006 di Roberto Saviano, ma della storia vera di alcune donne che hanno avuto un ruolo di primo piano nell'organizzazione mafiosa e che hanno deciso di svelare davanti alle telecamere la loro vita passata all'interno del Clan.

lunedì 23 maggio 2016

Festival di Cannes 2016: la classifica dei migliori 15 film della 69a edizione


Alla vigilia delle premiazioni in pochi si sarebbero aspettati un'esclusione dal palmarès di Toni Erdmann, il grande favorito per la Palma d'oro della critica internazionale apparso ai miei occhi come l'unico film che avesse con evidenza una marcia in più rispetto agli altri, in termini di originalità e inventiva. 
Al di là dell'inspiegabile scelta da parte della giuria di ignorare l'opera tedesca di Maren Ade, comunque, il Festival di Cannes di quest'anno ha offerto una sezione competitiva non particolarmente esaltante ma con alcuni film ottimi (la Palma d'Oro I, Daniel Blake di Ken Loach Paterson di Jim Jarmusch), molto buoni (Graduation di Christian Mungiu e It's Only the End of the World di Xavier Dolan) o per diversi motivi interessanti anche se non completamente riusciti (Aquarius di Kleber Mendonça FilhoThe Handmaiden di Park Chan-wook, Sieranevada di Cristi PuiuJulieta di Pedro AlmodovarAmerican Honey di Andrea Arnold, Loving di Jeff Nichols).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...