giovedì 24 luglio 2014

Presentato il programma ufficiale della 71a edizione del Festival di Venezia: in concorso, tra gli altri, Alejandro Gonzáles Iñárritu, Fatih Akin, Andrew Niccol, David Gordon Green, Ramin Bahrani e Abel Ferrara. Saverio Costanzo, Mario Martone e Francesco Munzi gli italiani in gara.


Sono stati da poco annunciati, durante la conferenza stampa romana svoltasi presso il "St. Regis Grand Hotel", i film che faranno parte del programma ufficiale del prossimo Festival di Venezia (27 agosto-6 settembre). In corsa per il Leone d'oro, tra le altre, ci sono le nuove opere di Alejandro Gonzáles Iñárritu, Fatih Akin, Andrew Niccol, David Gordon GreenRamin Bahrani, Abel Ferrara e degli italiani Saverio Costanzo, Mario Martone e Francesco Munzi. Tra i film fuori concorso, da segnalare in particolare i lavori di Peter Bogdanovich, Lisa Cholodenko, Joe Dante, Barry Levinson e Ulrich Seidl, oltre al documentario di Sabina Guzzanti sulla trattativa Stato-Mafia (La trattativa) e alla versione estesa di Nymphomaniac Volume II di Lars Von TrierEcco qui la lista dei titoli in concorso e fuori concorso.

lunedì 21 luglio 2014

A Thelma Schoonmaker e Frederick Wiseman i due Leoni d'oro alla carriera della 71a edizione del Festival di Venezia; il primo trailer del film d'apertura di Iñárritu "Birdman"


In attesa di conoscerne il programma ufficiale, che sarà svelato giovedì mattina alle 11 durante la conferenza stampa romana, venerdì sera è stato reso noto che il Festival di Venezia quest'anno conferirà il Leone d'oro alla carriera alla montatrice Thelma Schoonmaker (da decenni fida collaboratrice di Martin Scorsese e tre volte premio Oscar per Toro Scatenato, The Aviator e The Departed) e al documentarista indipendente Frederick Wisemanvincitore proprio lo scorso anno a Venezia del Mouse d'argento con At Berkeley.

sabato 19 luglio 2014

"Inherent Vice" di Paul Thomas Anderson in anteprima mondiale al New York Film Festival; cade l'ipotesi di una presenza al Festival di Venezia


Niente da fare. A due anni di distanza dal Leone d'argento per la miglior regia e dalla Colpi Volpi ex-aequo per Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman ottenuti con The MasterPaul Thomas Anderson non tornerà in concorso al Festival di Venezia (27 agosto-6 settembre). Sebbene non sia stato ancora diffuso un comunicato ufficiale, poche ore fa Variety ha rivelato in esclusiva che Inherent Vice sarà presentato in anteprima mondiale al New York Film Festival il 4 ottobre. I motivi della mancata presenza a Venezia non sono ancora noti.

mercoledì 16 luglio 2014

Giuliano Montaldo presidente di giuria di "Venezia Classici"


È di ieri la notizia che Giuliano Montaldo presiederà la giuria di studenti di cinema che al prossimo Festival di Venezia (che si svolgerà dal 27 agosto al 6 settembre) assegnerà il premio al miglior film restaurato e al miglior documentario sul cinema di Venezia Classici. Nata nel 2012, questa sezione del Festival presenta al proprio interno una selezione dei migliori restauri di film classici realizzati nel corso dell’ultimo anno da cineteche, istituzioni culturali e produzioni di tutto il mondo, nonché una selezione di documentari sul cinema e i suoi autori.

venerdì 4 luglio 2014

Paul Thomas Anderson tornerà al Festival di Venezia con "Inherent Vice"? Sue Kroll della Warner Bros. definisce il film un capolavoro divertente e raffinato


Da tempo non si sa più nulla sullo stato della post-produzione di Inherent Vice. Le ultime notizie risalgono infatti ad aprile, quando Paul Thomas Anderson e il compositore Jonny Greenwood erano al lavoro sul missaggio sonoro del film. Il regista californiano, che lo scorso 26 giugno ha compiuto quarantaquattro anni, dovrebbe dunque stare ancora ultimando la post-produzione del suo settimo lungometraggio.
Due settimane fa si è però tornato a parlare della pellicola tratta dall'omonimo romanzo di Thomas Pynchon: Pete Hammond ha infatti riportato su Deadline le parole della responsabile dell’area marketing e distribuzione internazionale della Warner Bros. Sue Kroll, che ha definito Inherent Vice un capolavoro molto divertente, raffinato e differente dai precedenti lavori di Anderson. Queste dichiarazioni, dal valore relativo visto che provengono da una dipendente della casa di produzione del film, vanno così ad aggiungersi ai lusinghieri pareri di altri operatori del settore produttivo emersi ormai quasi tre mesi fa.

lunedì 30 giugno 2014

Le emozioni sono racchiuse nei suoni. Intervista a Emanuela Cotellessa

Emanuela Cotellessa, 28enne aquilana, racconta il suo entusiasmo per il mondo dell’audio e svela alcuni aspetti di uno dei mestieri del cinema meno conosciuti: il tecnico del suono.


Dopo la sofferta rinuncia all’amato violino a seguito di un incidente stradale avuto da adolescente, Emanuela Cotellessa ha espresso la propria passione per la musica in una forma diversa, dedicandosi all’attività di tecnico del suono. Oggi, con alle spalle gli studi presso l’Accademia dell’Immagine e il Centro Sperimentale, Emanuela ha partecipato in qualità di fonico di presa diretta, microfonista e montatore del suono a diversi film di finzione e a numerosi documentari, lavorando anche in un gran numero di cortometraggi e per la televisione. L’abbiamo incontrata a inizio ottobre, nei giorni in cui stava finendo di girare l’edizione italiana del reality Quattro matrimoni.

domenica 29 giugno 2014

Nastri d'argento 2014: sei premi per "Il capitale umano" di Paolo Virzì; Pif miglior regista esordiente per "La mafia uccide solo d'estate"; Song'e Napule migliore commedia


Si è svolta ieri sera a Taormina la cerimonia di premiazione dei Nastri d'argento, i tradizionali riconoscimenti assegnati annualmente dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI). Senza la concorrenza de La grande bellezza di Paolo Sorrentino, che aveva partecipato alla precedente edizione dei Nastri ben prima del trionfo agli Oscar, vincendo tra l'altro solo quattro premi "minori" (gli attori non protagonisti Carlo Verdone e Sabrina Ferilli, fotografia e suono in presa diretta), Il capitale umano di Paolo Virzì si è aggiudicato sei premi su otto candidature. 
Il film del regista livornese ha ottenuto i riconoscimenti per la regia, la sceneggiatura, l'attore protagonista (ex-aequo per Bentivoglio e Gifuni), la scenografia, il montaggio e il sonoro in presa diretta. Quattro invece i premi per Song'e Napule dei Manetti Bros.migliore commedia, miglior attore non protagonista (anche qui un ex-aequo: Buccirosso e Sassanelli), colonna sonora e canzone originale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...