lunedì 30 dicembre 2013

"The Wolf of Wall Street" di Martin Scorsese: il secondo trailer italiano e una nuova clip in lingua originale


Uscito negli Stati Uniti il giorno di Natale e avendo finora avuto un discreto successo di pubblico (34 milioni di dollari nei primi 5 giorni di programmazione, secondo i dati del noto sito Box Office Mojo), l'ultimo film di Martin Scorsese sui vizi del mondo della finanza con Leonardo DiCaprioJonah Hill, Matthew McConaughey e Margot Robbie arriverà in Italia fra poco meno di un mese, il 23 gennaio.

lunedì 23 dicembre 2013

Classifica dei migliori 20 film del 2013


Dopo aver deciso nel 2012 di non pubblicare la classifica dei 20 migliori film dell'anno (per poi pentirmene), da tempo ormai mi ero convinto che la lista dei film che più ho apprezzato nel 2013 non sarebbe potuta mancare su Cinemagnolie, anche se quest'anno non ho avuto modo di vedere numerose pellicole che, a giudicare dall'accoglienza critica ricevuta o per il solo fatto che sono state dirette da registi che stimo, avrebbero molto probabilmente potuto giocarsi un posto nella classifica. Tra di esse, ci sono La vita di Adele di Abdellatif Kechiche, Il passato di Asghar Farhadi, Venere in pelliccia di Roman Polanski, The Spirit of '45 di Ken Loach, Holy Motors di Leos Carax, Before Midnight di Richard Linklater, The Grandmaster di Wong Kar-wai, Still Life di Uberto Pasolini, Flight di Robert Zemeckis, Il tocco del peccato di Jia Zhang-ke, Les Misérables di Tom Hooper, Bling Ring di Sofia Coppola, Dietro i candelabri di Steven Soderbergh, The Impossible di Juan Antonio Bayona, Re della terra selvaggia di Benh Zeitlin, In Trance di Danny Boyle, Prisoners di Denis Villeneuve, Captain Phillips di Paul Greengrass, Noi siamo infinito di Stephen Chbosky, Giovane e bella di François Ozon, Sugarman di Malik Bendjelloul, La migliore offerta di Giuseppe Tornatore, Anni felici di Daniele Luchetti e Viva la libertà di Roberto Andò.

sabato 21 dicembre 2013

"La grande bellezza" entra tra i nove film candidabili per l'Oscar al miglior film straniero: ora diventa il favorito per la statuetta?


Nel pomeriggio statunitense di ieri è stata annunciata la shortlist dei nove film che si contenderanno le cinque nomination agli Oscar per il miglior film straniero. Tra questi, come preventivabile, c'è anche La grande bellezza di Paolo Sorrentino, molto apprezzato dalla critica nordamericana e che nelle ultime due settimane ha ottenuto tre premi agli European Film Award e la candidatura come miglior film straniero ai Golden Globe.
Oltre a La grande bellezza, le altre opere entrate nella shortlist sono: The Broken Circle Breakdown di Felix van Groeningen (Belgio), An Episode in the Life of an Iron Picker di Danis Tanović (Bosnia-Erzegovina), The Grandmaster di Wong Kar-wai (Hong Kong), The Missing Picture di Rithy Panh (Cambogia), The Notebook di János Szász (Ungheria), Omar di Hany Abu-Assad (Palestina), Il sospetto di Thomas Vinterberg (Danimarca) e Two Lives di Georg Maas (Germania).

venerdì 20 dicembre 2013

"Interstellar" di Christopher Nolan: il primo teaser trailer in italiano e in versione originale


Con ben 11 mesi di anticipo rispetto all'uscita nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, la scorsa settimana è stato diffuso online il primo teaser trailer di Interstellar, l'atteso nuovo lavoro di Christopher Nolan, attualmente in post-produzione, che arriverà il 6 novembre 2014 nei cinema italiani e il giorno successivo negli Stati Uniti.
Dopo il sopravvalutato Il cavaliere oscuro - Il ritorno (2012), che per chi scrive è di gran lunga il film meno riuscito della trilogia dedicata a Batman dal talentuoso regista statunitense, con Interstellar Nolan affronterà per la prima volta il genere fantascientifico.

giovedì 12 dicembre 2013

"La grande bellezza" candidato ai Golden Globe come miglior film straniero; sette le nomination per "12 Years a Slave" di Steve McQueen e "American Hustle" di David O. Russell


Dopo il trionfo agli European Film Awards, l'equivalente europeo degli Oscar, è di poco fa la notizia che La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha ottenuto anche la prestigiosa nomination per il miglior film straniero ai Golden Globe 2014, dove se la dovrà vedere con Il sospetto di Thomas Vinterberg, The Wind Rises (Si alza il vento) di Hayao MiyazakiLa vita di Adele di Abdellatif KechicheIl passato di Asghar Farhadi (queste ultime due opere, sulla carta, sembrerebbero le favorite).
Un paio di ore fa, infatti, sono state annunciate le candidature dei premi assegnati ogni anno dalla Hollywood Foreign Press Association, l'associazione della stampa estera operante a Hollywood. Nella categoria del miglior film drammatico sono stati candidati 12 Years a Slave (12 anni schiavo) di Steve McQueen, Captain Phillips di Paul Greengrass, Gravity di Alfonso Cuarón, Philomena di Stephen Frears e Rush di Ron Howard, mentre le cinque opere che si contenderanno il premio per il miglior film commedia o musical sono American Hustle di David O. Russell, Her di Spike Jonze, Inside Llewyn Davis (A proposito di Davis) dei fratelli Coen, Nebraska di Alexander Payne e The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese.

domenica 8 dicembre 2013

"La grande bellezza" di Paolo Sorrentino trionfa agli European Film Awards


Alla cerimonia di premiazione svoltasi ieri a Berlino della 26a edizione degli European Film Awards, i più importanti riconoscimenti nel campo del cinema europeo, La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha ottenuto un grande successo aggiudicandosi ben quattro prestigiosi premi: miglior film, miglior regia, miglior attore per Toni Servillo e miglior fotografia per Cristiano Travaglioli (quest'ultimo premio, insieme ad altri premi tecnici, tra cui quello per la migliore colonna sonora andato ad Ennio Morricone per  La migliore offertaera già stato annunciato lo scorso 28 ottobre).
Il film di Sorrentino è riuscito a vincere la concorrenza, tra gli altri, di quello che sulla carta sembrava il grande favorito della serata, La vita di Adele di Abdellatif Kechiche, già vincitore della Palma d'oro all'ultimo Festival di Cannes, e de La migliore offerta di Giuseppe Tornatore (qui potete leggere la lista di tutte le nomination).

mercoledì 4 dicembre 2013

"I sogni segreti di Walter Mitty", il nuovo film di Ben Stiller al cinema dal 19 dicembre


Liberamente tratto dal celebre racconto breve di James Thurber The Secret Life of Walter Mitty, apparso per la prima volta nel The New Yorker del 18 marzo 1939, I sogni segreti di Walter Mitty è stato realizzato dopo una lunga serie di rinvii e progetti non concretizzatisi. L’idea iniziale di mettere in scena un nuovo adattamento cinematografico del lavoro di Thurber, dopo che nel 1947 ne era stata tratta la commedia in Technicolor Sogni proibiti diretta da Norman Z. McLeod e interpretata da Danny Kaye, Virginia Mayo e Boris Karloff, risaliva infatti al 1994.
Nell’arco di questi due decenni sono stati coinvolti nel progetto del film, tra gli altri, registi come Steven Spielberg e Ron Howard e attori come Jim Carrey, Owen Wilson e Sacha Baron Cohen, ma poi per una molteplicità di motivi non se n’è mai fatto nulla. Fino a quando non è arrivato l’attore Ben Stiller, che oltre ad accettare di interpretare il ruolo del protagonista, si è anche reso disponibile a curare la regia del film.

lunedì 2 dicembre 2013

Il Torino Film Festival arriva a Roma dal 2 al 4 dicembre e a Milano dal 9 al 12 dicembre


Per tre giorni, da oggi lunedì 2 dicembre a mercoledì 4 dicembre, alcuni dei film passati al Festival di Torino appena conclusosi potranno essere visti in tre cinema di Roma: l'Alcazar, il Greenwich e il Nuovo Sacher. Tra le opere proposte ci sarà anche l'ultimo film di Jim Jarmusch (il bizzarro vampire movie Only Lovers Left Alive), l'apprezzato Ida del polacco Pawel Pawlikowski e l'affascinante documentario di Federico Ferrone e Michele Manzolini, Il treno va a Mosca, oltre al film francese vincitore del Premio speciale della Giuria: 2 automnes 3 hivers di Sébastien Betbeder.

sabato 30 novembre 2013

Festival di Torino 2013: il miglior film è "Club Sándwich" (che ha ottenuto anche il Mouse d'oro della critica online); Pif vince il premio del pubblico con il suo "La mafia uccide solo d'estate"


A un'ora dalla cerimonia di premiazione ufficiale, sono stati da poco annunciati i vincitori della trentunesima edizione del Festival di Torino. Questo l'elenco dei principali riconoscimenti assegnati tra i film in concorso:

Miglior filmClub Sándwich di Fernando Eimbcke (Messico)
Premio speciale della giuria: 2 automnes 3 hivers di Sébastien Betbeder (Francia)
Premio per la migliore interpretazione maschileGabriel Arcand per Le démantèlement di Sébastien Pilote (Canada)
Premio per la migliore interpretazione femminileSamantha Castillo per Pelo malo di Mariana Róndon (Venezuela)
Premio per la miglior sceneggiaturaMariana Róndon per Pelo malo di Mariana Róndon (Venezuela)
Premio del pubblicoLa mafia uccide solo d'estate di Pif (Italia)

sabato 23 novembre 2013

A 35 anni dalla morte di Harvey Milk, Studio Universal il 27 novembre manda in onda "Milk" di Gus Van Sant


Giuntomi ieri il comunicato stampa della Universal, vi informo volentieri che mercoledì 27 novembre alle ore 21:15, in occasione del trentacinquennale dell'assassinio di Harvey Milk, il primo gay dichiarato a ricoprire una carica pubblica negli Stati Uniti e militante nel movimento di liberazione omosessuale, il canale televisivo del bouquet Mediaset Premium Studio Universal trasmetterà Milk di Gus Van Sant (2008).
Interpretato da un superlativo Sean Penn, oltre che da Josh Brolin, Emile Hirsch e James Franco, il film fu accolto molto positivamente dalla critica internazionale all'epoca dell'uscita nei cinema e nel 2009 venne candidato a ben otto Oscar, aggiudicandosene due (Penn come miglior attore protagonista e lo sceneggiatore Dustin Lance Black per la migliore sceneggiatura originale).

lunedì 18 novembre 2013

"Noah" di Darren Aronofsky: il primo trailer italiano


Giovedì scorso la Paramount Pictures ha diffuso il primo trailer di Noah, il nuovo film di uno dei più importanti cineasti contemporanei statunitensiDarren Aronofsky. L'autore di Pi greco - Il teorema del delirio (1998), Requiem for a Dream (2000), The Fountain - L'albero della vita (2006), The Wrestler (2009) e Il cigno nero (2011), attualmente sta ultimando la fase di post-produzione del suo personale adattamento cinematografico della storia biblica dell'arca di Noè, che uscirà il 28 marzo negli Stati Uniti e il 3 aprile in Italia.

sabato 16 novembre 2013

Festival di Roma 2013: "Tir" di Alberto Fasulo vince il Marc'Aurelio d'oro; migliori attori Matthew McConaughey e la voce di Scarlett Johansson


Ecco la lista dei vincitori dell'ottava edizione del Festival di Roma, decretata dalla giuria presieduta dal regista statunitense James Gray:

Concorso

Marc'Aurelio d'oro per il miglior film: Tir di Alberto Fasulo (Italia/Croazia)
Premio per la migliore regiaKiyoshi Kurosawa per Seventh Code (Giappone)
Premio Speciale della Giuria: Quod Erat Demonstrandum di Andrei Gruzsnicki (Romania)
Premio per la migliore interpretazione maschileMatthew McConaughey per Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée (USA)
Premio per la migliore interpretazione femminileScarlett Johansson per Her di Spike Jonze (USA)
Premio a un giovane attore o attrice emergente: i giovani attori e le giovani attrici di Acrid di Kiarash Asadizadeh (Iran)
Premio per il miglior contributo tecnico: Koichi Takahashi per il montaggio di Seventh Code di Kiyoshi Kurosawa (Giappone)
Premio per la miglior sceneggiatura: Tayfun Pirselimoglu per I'm Not Him di Tayfun Pirselimoglu (Turchia/Grecia/Francia/Germania)
Menzione SpecialeBlue Sky Bones di Cui Jian (Cina)

Festival di Roma 2013: il Mouse d'oro va a "Her" di Spike Jonze; "Snowpiercer" di Joon ho-Bong ottiene il Mouse d'argento


Difficilmente ci si poteva augurare un risultato differente: Her di Spike Jonze ha infatti meritatamente trionfato al Mouse d'oro, aggiudicandosi il premio assegnato dalla critica online al miglior film in concorso dell'ottava edizione del Festival di Roma. Il Mouse d'argento per il miglior film tra quelli presentati al di fuori del concorso, è andato invece a Snowpiercer, il primo film statunitense del cineasta sudcoreano Joon ho-Bong interpretato da Chris Evans, John Hurt, Tilda Swinton, Ed Harris e Jamie Bell.

venerdì 15 novembre 2013

Il Fellinianno 2013 e le ultime iniziative dell'anno per il ventennale della scomparsa di Federico Fellini


A venti anni dalla scomparsa di Federico Fellini quest’anno a Rimini, sua città natale, si sta celebrando il Fellinianno, un’iniziativa ricca di avvenimenti promossa dal Comune di Rimini per ricordare uno tra i più grandi registi della storia del cinema italiano e il nostro autore cinematografico più conosciuto nel mondo, vincitore di ben cinque Oscar (quattro per il miglior film straniero: La strada nel 1957, Le notti di Cabiria nel 1958, 8 e ½ nel 1964, Amarcord nel 1974 e l’Oscar alla carriera nel 1993).

giovedì 14 novembre 2013

Festival di Roma 2013: il volume di «Moviement» su Amir Naderi sarà presentato domenica 17 novembre all'Auditorium


Ho il piacere di segnalare ai lettori di Cinemagnolie che domenica 17 novembre alle ore 12, presso la libreria Notebook dell'Auditorium e nel contesto del Festival di Roma, sarà presentato il nono volume di «Moviement», interamente dedicato al grande regista iraniano Amir Naderi (a questo link potete consultare un'anteprima del testo con sommario, introduzione e prima pagina dei singoli saggi).
Il libro si avvale dei contributi degli studiosi Bahman Maghsoudlou, Christopher Gow Vlad Dima e dei critici Enrico Ghezzi, Donatello Fumarola e Alberto Momo. Tra gli scritti presenti nel volume, oltre a quelli dei curatori Gemma Lanzo e Costanzo Antermite, c'è anche un mio saggio in cui analizzo il film Vegas: Based on a True Story (2008) contestualizzandolo all'interno dell'intera opera naderiana.

lunedì 11 novembre 2013

Festival di Roma 2013: la recensione di "Her" di Spike Jonze


È ancora possibile, con più di cento anni di storia del cinema alle spalle, raccontare una storia d’amore intensa, originale e che, da una diversa prospettiva, riesca a commuovere raccontandoci qualcosa di profondo sulla vita e sulla natura dei rapporti interpersonali? Se si pensa a opere come Ubriaco d’amore (2002) di Paul Thomas Anderson, Se mi lasci ti cancello (2004) di Michel Gondry e Beginners (2010) di Mike Mills, il cinema nordamericano indipendente dell’ultima decade sembra non lasciare dubbi a riguardo ed Her di Spike Jonze, presentato con grande successo ieri al Festival di Roma, va inserito di diritto in quel ristretto gruppo di piccole e potenti recenti storie d’amore cinematografiche, anticonvenzionali e inventive, capaci di arrivare con forza al cuore e ai sentimenti di chi guarda.

venerdì 8 novembre 2013

"Qualunquemente" di Giulio Manfredonia: la rencensione


Dopo quattro anni di latitanza in Sud America utili a evitare il carcere per bancarotta fraudolenta, falsa fatturazione e riciclaggio, Cetto La Qualunque (Antonio Albanese) fa ritorno a Marina di Sopra, il paese natio calabrese dal nome malizioso. La ‘ndrangheta lo considera l’uomo ideale per impedire la vittoria alle prossime elezioni comunali di Giovanni De Santis (Salvatore Cantalupo), candidato che si propone come paladino della legalità. Fattosi convincere a entrare in politica per difendere le proprie attività commerciali abusive e il diritto ad evadere le tasse, Cetto tuttavia si trova presto costretto a ingaggiare un noto spin doctor (Sergio Rubini) al fine di avere la meglio sul moralmente integro avversario politico, in netto vantaggio nei sondaggi.

lunedì 4 novembre 2013

"The Wolf of Wall Street" di Martin Scorsese: il primo trailer italiano e il secondo trailer in lingua originale


Interpretato da Leonardo DiCaprio, Jonah Hill e Matthew McConaughey, il nuovo film di Martin Scorsese sarà distribuito nelle sale degli Stati Uniti il 25 dicembre (la data di uscita italiana non è stata ancora comunicata) e racconterà il mondo degli eccessi della finanza nordamericana attraverso la vera storia di Jordan Belfort, broker di grande successo finito in carcere nel 1998 in seguito all'incriminazione per frode fiscale e riciclaggio di denaro sporco.

mercoledì 30 ottobre 2013

"Lettere dal Sahara" di Vittorio De Seta: la recensione


Frutto di una gestazione produttiva assai travagliata, data la natura del tutto libera dalle leggi di mercato del progetto, Lettere dal Sahara fu presentato fuori concorso al Festival di Venezia del 2006 nonostante la lavorazione avesse avuto inizio nel 2001. L'ultima opera di Vittorio De Seta, indiscusso maestro del documentario italiano scomparso a ottantotto anni il 28 novembre del 2011, lasciò in parte perplessa la critica che attendeva con impazienza, da oltre tre decadi, il ritorno nelle sale del cineasta noto in particolare per Banditi a Orgosolo (1961) e Diario di un maestro (1972), oltre che per i dieci documentari brevi degli anni ’50 dedicati alla dura vita di pescatori, minatori e contadini del Sud Italia.

venerdì 25 ottobre 2013

"Quando sei nato non puoi più nasconderti" di Marco Tullio Giordana: la recensione


Ispirato all’omonimo libro-inchiesta della scrittrice e giornalista milanese Maria Pace Ottieri, dal quale oltre al titolo riprende poche stimolanti suggestioni legate a situazioni o figure particolari, Quando sei nato non puoi più nasconderti di Marco Tullio Giordana venne presentato con un certo successo al Festival di Cannes del 2005, dove vinse il Premio “François Chalais” (assegnato ogni anno all’opera che meglio riflette un peculiare aspetto della realtà sociale).

martedì 22 ottobre 2013

"The Grand Budapest Hotel": il primo trailer del nuovo film di Wes Anderson


The Grand Budapest Hotel è sicuramente uno dei film più attesi del prossimo anno e il primo trailer, online da giovedì scorso, ha avuto fin da subito una imponente diffusione. In poco meno di una settimana, solo sul canale Youtube della Fox Searchlight, ha ottenuto oltre un milione e mezzo di visualizzazioni. 
Composta da un cast che definire ricco è un eufemismo (Ralph Fiennes, Adrien Brody, Willem Dafoe, Jeff Goldblum, Harvey Keitel, Jude Law, Bill Murray, Edward Norton, Jason Schwartzman, Tilda Swinton, Tom Wilkinson, Owen Wilson, F. Murray Abraham, Lea SéydouxMathieu Amalric!), la nuova opera di Wes Anderson sarà ambientata nell'Europa degli anni venti del Novecento all'interno di un lussuoso hotel dove un omicidio e il furto di un importante dipinto rinascimentale scuotono la vita di una molteplicità di personaggi.

sabato 19 ottobre 2013

"The Monuments Men" di George Clooney: i due trailer originali e il trailer sottotitolato in italiano


Fin dall'esordio dietro la macchina da presa, avvenuto con Confessioni di una mente pericolosa (2002), George Clooney si è dimostrato un regista di spessore. Dopo aver confermato il proprio talento negli anni successivi firmando altre tre pellicole solide e riuscite come Good Night, and Good Luck (2005), In amore niente regole (2008) e Le idi di marzo (2011), in queste settimane l'attore, produttore e cineasta statunitense sta ultimando la post-produzione del suo ultimo lavoro: The Monuments Men.
Interpretato da un cast d'eccezione (oltre a Clooney, Matt Damon, Cate Blanchett, Bill Murray, John Goodman e il Jean Dujardin premio Oscar per The Artist) e scritto a quattro mani dallo stesso Clooney con il fido Grant Heslov, il film attraverso una commistione di dramma e commedia racconterà la storia di un'improbabile gruppo di soldati che, durante la seconda guerra mondiale, parte in missione per recuperare e restituire ai legittimi proprietari alcune importanti opere d'arte rubate dai nazisti.

mercoledì 16 ottobre 2013

Sky On Demand si arricchisce di nuove offerte


Da anni ormai Sky propone la più completa e intrigante offerta di intrattenimento presente sul mercato televisivo (attualmente, ad esempio, sono in programmazione pellicole d'autore di successo come Django Unchained di Quentin Tarantino e Il cavaliere oscuro - Il ritorno di Christopher Nolan e serie cult come Breaking Bad e The Walking Dead). Da questa settimana ci sono anche delle grandi novità: tra la possibilità di accedere ai numerosi programmi Sky On Demand e l'offerta sui nuovi abbonamenti, sembra proprio il momento giusto per abbonarsi!
Sky ha deciso di arricchire il proprio servizio Sky On Demand. Dal 14 ottobre, infatti, tutti gli abbonati Sky possono richiedere gratuitamente Sky On Demand, avendo così accesso a richiesta, in qualsiasi momento della giornata, a più di 2500 programmi. La scelta è davvero molto ampia: più di 900 film suddivisi per genere, molte serie tv e tanti programmi di intrattenimento, oltre a un gran numero di documentari, programmi per bambininews da tutto il mondo e, last but not least, la ricca offerta sportiva di Sky. Il servizio inoltre è costantemente aggiornato. Nella sezione "Scelti per te", ad esempio, Sky mette a disposizione i migliori programmi della settimana, disponibili da subito anche in alta definizione.

lunedì 14 ottobre 2013

Presentato il programma ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma 2013: tra le novità, "Gods Behaving Badly" di Mark Turtletaub, "Witching & Bitching" di Alex de la Iglesia, "Seventh Code" di Kiyoshi Kurosawa e un cortometraggio di Wes Anderson


Durante la conferenza stampa svoltasi presso la Sala Petrassi dell'Auditorium, stamattina è stato presentato il programma ufficiale dell'ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma (8-17 novembre). Oltre ai film di punta già svelati nelle anticipazioni dello scorso mese (Her di Spike Jonze, Fear of Falling di Jonathan Demme, Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée, Out of the Furnace di Scott Cooper e Hunger Games - La ragazza di fuoco di Francis Lawrence), nella sezione Fuori Concorso saranno proiettati alcuni lavori potenzialmente interessanti come Gods Behaving Badly, diretto da Mark Turtletaub (il produttore di Ogni cosa è illuminata, Little Miss Sunshine, American Life e Jack Goes Boating) e interpretato da Christopher Walken, John Turturro e Sharon Stone, Witching & Bitching di Alex de la Iglesia, che con Ballata dell'odio e dell'amore aveva vinto nel 2010 i premi per la regia e la sceneggiatura al Festival  Venezia, Snowpiercer di Bong Joon-Ho e La luna su Torino di Davide Ferrario. Sempre fuori concorso, verrà mostrato in anteprima mondiale il cortometraggio Castello Cavalcanti di Wes Anderson.

mercoledì 9 ottobre 2013

"Doc/It Professional Award 2013": selezionate le 26 opere in corsa per il premio al miglior documentario dell'anno


I 26 documentari che si contenderanno il Doc/it Professional Award 2013, premio attribuito al miglior documentario italiano dell’anno, sono stati scelti da un comitato scientifico composto da direttori di festival e giornalisti esperti del settore, a partire dagli 89 titoli candidati tramite bando di concorso. 
Ora una giuria composta da più di 100 professionisti voterà da martedì 15 ottobre a lunedì 2 dicembre i 5 migliori film finalisti, che verranno proiettati nella sezione italiana de Il Mese del Documentario.

mercoledì 25 settembre 2013

Annunciati i primi film del Festival Internazionale del Film di Roma 2013: "Her" di Spike Jonze, "Fear of Falling" di Jonathan Demme, "Dallas Buyers Club" di Jean-Marc Vallée, "Out of the Furnace" di Scott Cooper, "Another Me" di Isabel Coixet e "Hunger Games - La ragazza di fuoco" di Francis Lawrence


Poco più di una settimana fa vi avevo mostrato il primo trailer in lingua originale ed è dell'altro ieri la notizia che Her sarà presente in concorso alla ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma (8-17 novembre 2013). 
Insieme all'atteso film di Spike Jonze, sono stati annunciati anche altri tre interessanti titoli: Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée, molto apprezzato a Toronto e interpretato da un Matthew McConaughey dimagrito 23 chili per interpretare il ruolo del malato di AIDS Ron Woodroof; il dramma Out of the Furnace di Scott Cooper, il regista di Crazy Heart (2009), con un cast assai ricco che comprende Christian Bale, Casey Affleck, Willem Dafoe, Woody Harrelson, Forest Whitaker, Sam Shepard e Zoe Saldana; il thriller psicologico Another Me di Isabel Coixet, tratto dall'omonimo romanzo di Cathy MacPhail.

venerdì 20 settembre 2013

"Nebraska" di Alexander Payne: il primo trailer in lingua originale


Autore di opere come Election, A proposito di Schmidt, Sideways e Paradiso amaro (per queste ultime due ha vinto l'Oscar per la miglior sceneggiatura non originale), Alexander Payne è senza dubbio uno dei registi nordamericani più interessanti in circolazione.
Nebraska, il suo ultimo lavoro, è stato accolto molto positivamente dalla critica internazionale in occasione della presentazione in concorso all'ultimo Festival di Cannes (il protagonista Bruce Dern si è aggiudicato la Palma d'oro per la miglior interpretazione maschile) e racconta la storia di un anziano alcolizzato che, convinto di dover andare a ritirare una vincita alla lotteria di un milione di dollari, decide di partire dal Montana verso il Nebraska. Per evitare che affronti il viaggio da solo, il figlio minore si convince a condividere il viaggio con il padrenonostante sia certo che non esista alcun premio e i rapporti tra i due siano difficili.

martedì 17 settembre 2013

"Hold On" di Róisín O: il nuovo video della cantante irlandese in anteprima su Cinemagnolie


Dopo essere stato contattato stamattina dal manager di Róisín O, è con piacere che offro ai lettori di Cinemagnolie la possibilità di vedere in anteprima il nuovo video della giovane cantautrice pop/folk irlandese, che verrà diffuso online giovedì 19 settembre.
Scritto e montato da Simon Eustace, Hold on è il quinto video tratto da The Secret Life of Blue, l'album d'esordio di Róisín O uscito in Irlanda il 21 settembre 2012 e che a partire dal 4 ottobre sarà distribuito in Germania, Austria e Svizzera.

lunedì 16 settembre 2013

"Her" di Spike Jonze: il primo trailer in lingua originale


A quattro anni di distanza dall’intenso e visivamente affascinante Nel paese delle creature selvagge, Spike Jonze è finalmente tornato dietro la macchina da presa con Her, lungometraggio da lui stesso sceneggiato e interpretato da Joaquin Phoenix, Amy Adams, Ronney Mara e Olivia Wilde.
Il quarantaquattrenne regista di Essere John Malkovich (1999) e Il ladro di orchidee (2002), dopo aver raccontato con l’ottimo cortometraggio I’m Here (2010) una bizzarra e intensa storia d’amore tra due robot sullo sfondo della Los Angeles contemporanea, nel suo nuovo lavoro metterà in scena il rapporto romantico che si instaura, in un futuro non molto lontano, tra uno scrittore solitario (Joaquin Phoenix) e il suo nuovo sistema operativo dotato di intelligenza artificiale (la cui voce è quella di Scarlett Johansson).

giovedì 12 settembre 2013

"12 Years a Slave" di Steve McQueen e la mancata presenza al Festival di Venezia: guarda il trailer sottotitolato in italiano


Insieme a Gravity di Alfonso Cuarón (leggi la mia recensione), sarebbe dovuto essere il film più importante in prima mondiale al Festival di Venezia, ma alla fine il direttore Alberto Barbera ha dovuto a malincuore rinunciarvi: 12 Years a Slave di Steve McQueen (Hunger, 2008; Shame, 2011), dopo la presentazione del 30 agosto al Telluride Film Festival, è stato infatti presentato al Festival di Toronto una settimana fa.
Secondo quanto riportato da The Hollywood Reporter in un articolo di lunedì, McQueen ha dichiarato che la mancata presenza di 12 Years a Slave a Venezia sarebbe legata esclusivamente a una scelta strategica della produzione, che per un film sulla schiavitù ambientato negli Stati Uniti ha preferito optare per un'anteprima nordamericana. Alberto Barbera ha inoltre smentito fermamente le voci, alimentate da dichiarazioni a lui stesso attribuite nei giorni scorsi da alcune testate europee, secondo le quali sulla scelta della produzione di 12 Years a Slave avrebbe pesato l'indisponibilità del distributore italiano a coprire i costi dell'ampia delegazione del film.

lunedì 9 settembre 2013

Venezia 70: la cerimonia di premiazione dei Mouse d'oro, i riconoscimenti assegnati al Festival di Venezia dalla critica online


Sabato 7 settembre, presso la Terrazza Disaronno, si è svolta la cerimonia di premiazione del Mouse d’Oro, organizzata in collaborazione con Lo Scrittoio.
Giunto alla sua quinta edizione, il riconoscimento collaterale del Festival di Venezia assegnato dalla critica online quest’anno ha premiato Philomena di Stephen Frears come miglior film in concorso (Mouse d'oro) e At Berkeley di Frederick Wiseman come miglior film fuori dalla competizione (Mouse d'argento).
In un clima divertito e amichevole, sono stati consegnati i tradizionali mouse pad celebrativi ai vincitori e, come menzioni speciali, dei cuscini personalizzati. Per la prima volta infatti i giurati hanno assegnato anche due ulteriori premi, inizialmente non previsti: a Stray Dogs di Tsai Ming-liang (menzione speciale Mouse d'oro) e a Die andere Heimat – Cronik einer Sehnsucht di Edgar Reitz (menzione speciale Mouse d'argento).

sabato 7 settembre 2013

Venezia 70: il Leone d'oro va a "Sacro GRA" di Gianfranco Rosi; il Leone d'argento e la Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile a "Miss Violence" di Alexandros Avranas


Il verdetto di questa 70a edizione del Festival di Venezia farà senz'altro discutere. A Philomena di Stephen Frears, il miglior film del concorso che ha per una volta messo d'accordo critica e pubblico, è stato infatti attribuito il solo premio per la miglior sceneggiatura. La scelta di non assegnare alcun riconoscimento di primo piano al film di Frears (se non il Leone d'oro, perlomeno il Gran Premio della Giuria o il Premio Speciale della Giuria) appare francamente indifendibile, ancor di più in considerazione del fatto che alla straordinaria interpretazione di Judi Dench è stata preferita la pur buona prova di Elena Cotta. Il Leone d'oro a "Sacro GRA" infine è forse eccessivo (a mio modo di vedere un Gran Premio della Giuria sarebbe stato più appropriato), anche se chi mi ha letto in questi giorni sa che l'ho fin da subito considerato il film complessivamente più convincente dopo Philomena.

venerdì 6 settembre 2013

Venezia 70: "Philomena" di Stephen Frears vince il Mouse d'oro; "At Berkeley" di Frederick Wiseman si aggiudica il Mouse d'argento

 

A ventiquattr'ore dall'attesa cerimonia di premiazione che decreterà i vincitori della 70a edizione del Festival di Venezia, il Mouse d’Oro – il premio collaterale della Mostra assegnato dalla critica online – è meritatamente andato a Philomena di Stephen Frears, votato come il miglior film del Concorso dai 77 siti componenti della giuria, tra i quali figura anche Cinemagnolie. Il Mouse d’argento al miglior film fuori dalla competizione è stato invece attribuito ad At Berkeley di Frederick Wiseman.
Quest'anno sono state per la prima volta attribuite anche due menzioni speciali: il controverso Jiaoyou (Stray Dogs) di Tsai Ming-liang ha ottenuto la menzione speciale Mouse d’Oro, mentre Die andere Heimat – Cronik einer Sehnsucht di Edgar Reitz si è aggiudicato la menzione speciale Mouse d’argento.

giovedì 5 settembre 2013

Venezia 70: convince il "Sacro GRA" di Gianfranco Rosi; qualche riga su "The Unknown Known" di Errol Morris, "Ana Arabia" di Amos Gitai, "L'intrepido" di Gianni Amelio e "La jalousie" di Philippe Garrel

 
Giunti quasi alla conclusione della 70a edizione del Festival di Venezia – l’unico film a dover essere ancora proiettato in corsa per il Leone d'oro è Es-stouh (Les Terrasses) di Merzak Allouache – si può ormai affermare, senza timore di essere smentiti, che la qualità dei lavori presentati quest’anno in concorso è stata complessivamente insoddisfacente.
Chi si aspettava un cambio di marcia con l'arrivo della seconda metà della programmazione, difficilmente sarà rimasto soddisfatto. Dopo il deludente The Zero Theorem di Terry Gilliam, mostrato alla stampa lunedì mattina (vedi precedente articolo), infatti, i successivi film in concorso si sono rivelati al di sotto delle aspettative e, in ogni caso, non all’altezza di un festival che ancora rimane tra i più prestigiosi al mondo, nonostante le evidenti difficoltà degli ultimi anni.

mercoledì 4 settembre 2013

Venezia 70: Cinemagnolie e il Mouse d'oro ancora insieme al Festival di Venezia. I vincitori del premio della critica online saranno annunciati il 6 settembre


Come già accaduto nella scorsa edizione, anche quest'anno con Cinemagnolie sto partecipando in qualità di giurato al Mouse d'oro, il premio collaterale del Festival di Venezia ideato nel 2009 dal sito di cinema Hideout e attribuito dalla critica online al miglior film del concorso (Mouse d'oro) e al miglior film tra quelli presentati al di fuori del concorso (Mouse d'argento).
Attualmente la classifica del Mouse d’Oro vede in testa Philomena di Stephen Frears (qui trovate la mia recensione), mentre per quanto riguarda il Mouse d'argento è in vantaggio Die andere Heimat - Chronik einer Sehnsucht di Edgar Reitz.

lunedì 2 settembre 2013

Venezia 70: brevi cenni sugli ultimi film presentati in concorso. "Night Moves" di Kelly Reichardt; "The Wind Rises" di Hayao Miyazaki; "Child of God" di James Franco; "The Zero Theorem" di Terry Gilliam; "Parkland" di Peter Landesman; "Miss Violence" di Alexandros Avranas; "Tom at the Farm" di Xavier Dolan


Al sesto giorno di programmazione, entrati ormai nella seconda metà della 70a edizione del Festival di Venezia, Philomena di Stephen Frears (nell’articolo qui sotto trovate la mia recensione) continua ad essere di gran lunga la pellicola più significativa tra quelle viste in concorso. Ad eccezione dell’assai crudo e formalmente intrigante ritratto familiare di Miss Violence del greco Alexandros Avranas, nessuna delle opere in competizione per il Leone d’oro presentate negli ultimi due giorni ha davvero convinto.

sabato 31 agosto 2013

Venezia 70: la recensione di "Philomena" di Stephen Frears


Giunti al quarto giorno di proiezioni, è finalmente arrivato il primo film di spessore nel concorso della 70a edizione del  Festival di Venezia. Si tratta di Philomena del settantaduenne regista britannico Stephen Frears, già autore in passato di pellicole quali Le relazioni pericolose (1988), Rischiose abitudini (1990), Hi-Lo Country (1998, che gli valse l’Orso d’argento per la miglior regia al Festival di Berlino), Alta fedeltà (2000) e The Queen (2006).
L’ultima fatica di Frears è l'intenso e commovente racconto della ricerca da parte di una anziana donna irlandese (Judi Dench), coadiuvata da un noto giornalista politico rimasto senza lavoro interessatosi alla vicenda (Steve Coogan), del figlio sottrattole cinquant’anni prima dalle suore del convento in cui, per volere dei genitori, era stata rinchiusa dopo essere rimasta incinta.

venerdì 30 agosto 2013

Venezia 70: la recensione di "Joe" di David Gordon Green e qualche impressione sugli altri tre film in concorso


Mostrato alla stampa questa mattina insieme al deludente The Canyons di Paul Schrader, Joe di David Gordon Green è complessivamente l’opera più convincente tra le quattro sinora presentate in concorso in questa 70a edizione del Festival di Venezia, avviatasi ufficialmente due giorni fa con il film d’apertura fuori concorso Gravity.
Gli altri tre film in gara per il Leone d’oro, infatti, si sono per differenti motivi rivelati non completamente riusciti: il sufficiente ma abbastanza piatto e tutto fuorché indimenticabile Tracks di John Curran, l’incompiuto Via Castella Bandiera di Emma Dante, che ha alcuni momenti interessanti dal punto di vista tecnico (regia e fotografia) ma lascia più di qualche interrogativo sul senso generale dell'operazione, e l’ostico The Police Officer’s Wife di Philip Gröning, lacerante dramma familiare costruito in modo molto affascinante per frammenti insolitamente brevi (è suddiviso addirittura in 59 capitoli, con tanto di didascalie che lungo le tre ore di durata avvisano lo spettatore tanto dell’inizio quanto della fine di ogni episodio!) contraddistinto però da una certa autocompiaciuta pretenziosità di fondo.

mercoledì 28 agosto 2013

Venezia 70: la recensione "Gravity" di Alfonso Cuarón


Dopo la proiezione di ieri sera del brioso e a tratti molto divertente L’arbitro, lungometraggio d’esordio del quarantunenne Paolo Zucca interpretato da Stefano Accorsi, Geppi Cucciari e Francesco Pannofino, stamattina è stato presentato alla stampa l’attesissimo film d’apertura fuori concorso di Alfonso Cuarón, quel Gravity di cui vi avevo scritto giusto una settimana fa mostrandovi i quattro suggestivi trailer. Passati sette anni da I figli degli uomini (2006), con questa nuova opera di finzione il cineasta di Y tu mamá también (2001) e Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (2004) conferma in pieno il suo talento visivo e le proprie indiscutibili capacità nella costruzione della messa in scena.

mercoledì 21 agosto 2013

"Gravity" di Alfonso Cuarón: i quattro trailer dell'atteso film di fantascienza con George Clooney e Sandra Bullock che inaugurerà il Festival di Venezia


Mercoledì prossimo, tra una settimana esatta, aprirà il Festival di Venezia ed è senza dubbio uno dei film più attesi tra quelli che verranno proiettati al Lido (28 agosto-7 settembre), nonostante sia stato inserito fuori concorso. Gravity, film di fantascienza che racconta la lotta per la sopravvivenza di un astronauta (George Clooney) e di un medico ingegnere (Sandra Bullock) dispersi nello spazio profondo a seguito di un incidente, costituisce il ritorno al cinema del talentuoso regista messicano Alfonso Cuarón a ben sette anni di distanza dal'ottimo I figli degli uomini (2006).

martedì 20 agosto 2013

Terminate le riprese di "Inherent Vice". Il film di Paul Thomas Anderson dovrebbe essere pronto per il prossimo Festival di Cannes


Come scritto ieri su Cigarettes and Red Vines, dopo poco più di tre mesi e mezzo si sono concluse le riprese di Inherent Vice di Paul Thomas Anderson, iniziate lo scorso 30 maggio. La notizia è confermata anche dal celebre database cinematografico Imdb, che segnala ufficialmente il film come in post-produzione. A breve il quarantatreenne cineasta losangelino andrà dunque in sala montaggio per conferire forma compiuta al suo settimo lungometraggio.

mercoledì 14 agosto 2013

Il nuovo video di Fiona Apple "Hot Knife" girato da Paul Thomas Anderson; le ultime novità sulle riprese di "Inherent Vice"


Ve ne avevo parlato in anteprima in un articolo del giugno del 2012. Ed ecco che, a più di un anno di distanza, è finalmente uscito il video diretto da Paul Thomas Anderson di Hot Knife, il nuovo singolo di Fiona Apple tratto dal notevole album The Idler Wheel is Wiser Than the Driver of the Screw and Whipping Cords Will Serve You More Than Ropes Will Ever Do (2012). 
Anderson, che è stato compagno della Apple per molti anni prima di sposare l'attrice Maya Rudolph (dalla quale ha avuto tre figli e ora aspetta il quarto), aveva iniziato a lavorare al video già prima che cominciassero le riprese di The Master, durate da giugno a settembre del 2011.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...